LET’S G&T STARTED!!

Ebbene sì, ci siamo. La lunga attesa è finita. Preparate i popcorn, staccate i telefoni, chiudete la nonna nello sgabuzzino e fate in modo che nessuno vi disturbi, perché venerdì 28 marzo 2014, alle ore 19:00, Gay.it pubblicherà in anteprima la prima puntata della seconda stagione di G&T!
YEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEH!
Diciamocelo: non se ne poteva più! L’attesa era diventata snervante persino per me! Quindi, benone, no? Sì!
Ora passiamo alle cose un po’ più pratiche. Come avrete sicuramente notato, nei giorni scorsi due donzelle si sono unite a me e Francesco nella gestione del gruppo come moderatrici: si tratta di Dia, che già conoscete nella veste di autrice per il blog e moderatrice della pagina, e Chiara. Le signorine in questione avranno il compito di vigilare su tutti noi, facendo in modo che le regole – che valgono sia per il gruppo che per la pagina FB – vengano rispettate. Sono certa che TUTTI voi le conosciate a menadito, ma un breve ripasso non fa mai male:
Piccole Regole di buona convivenza nel gruppo:
– è possibile pubblicare post, recensioni, immagini sempre nel rispetto, con educazione e buon gusto e senza eccedere;
  • è vietato pubblicizzare qualsiasi cosa non inerente il gruppo senza l’autorizzazione degli amministratori;
  • è vietato postare SPAM su qualsiasi cosa: artisti, promozioni varie, trasmissioni, eventi, ecc. le quali verranno immediatamente rimosse e verrà inviato un avviso all’autore del post. Se recidivo, verrà immediatamente bannato dal gruppo senza possibilità di contestare;
– in un post è vietato andare off topic;
– tutti gli utenti possono aggiungere altre persone al gruppo;
GLI Spoiler VANNO segnalaTI sempre all’inizio di un post E CARICATI COME FILE DI TESTO;
  • è buona educazione, una volta iscritti, presentarsi 🙂
Analizziamo brevemente questa manciata di regole, giusto per chiarirne alcuni punti.
NESSUNO – né io, né Fra’, né le moderatrici – vi proibisce di pubblicizzare qualcosa sul gruppo o sulla pagina, è solo questione di educazione: se entro in casa di qualcuno chiedo permesso, per questo vi chiediamo di contattare uno di noi quattro e chiedere se potete pubblicizzare qualcosa, semplice educazione. Per una questione di convivenza pacifica tra oltre 4000 persone, d’ora in avanti tutti post pubblicitari postati senza autorizzazione saranno immediatamente rimossi e varrà la regola anti-SPAM. Sorry, guys!
Per quanto riguarda gli SPOILER, la questione è un po’ più complessa, ma cercate di comprendere. Gli episodi verranno pubblicati in anteprima su Gay.it (come già detto) tutti i venerdì alle 19:00 e solo successivamente andranno in chiaro su YouTube, ma non sappiamo di preciso quando. Non tutti hanno la possibilità di vedere l’episodio in anteprima, quindi è pura cortesia non rovinare loro la sorpresa, non trovate? Gli SPOILER saranno accettati, ma in formato file di testo e previa precisazione EVIDENTE a inizio post. Questo fino a 24 ore dopo la messa in chiaro su YouTube. Ragazzi, ve lo giuro, odio profondamente fare la parte della cattiva, quindi, per favore, non costringetemi a interpretarla.

Tutti gli SPOILER che verranno pubblicati senza seguire questa procedura saranno eliminati immediatamente e gli utenti che li hanno pubblicati saranno avvertiti. Vi verranno date due possibilità. Alla terza siete fuori sia dal gruppo che dalla pagina.
Mi dispiace, ma noi più di così non possiamo fare.
Altra cosa importantissimissimissima (che quasi me ne dimenticavo!): NON pubblicheremo più l’anteprima degli episodi sul gruppo. D’ora in avanti il canale di comunicazione principale di G&Tsu Facebook sarà la pagina ufficiale. Quindi, se non volete perdervi neanche una puntata, andate subito a mipiacciare la Pagina Ufficiale!! Hop Hop!
Buona strada 🙂

-Simo-
Annunci

Giusto due parole…

… poi prometto che taccio.

Il problema, il mio problema, è che quando leggo certi articoli mi sale il sangue al cervello e non riesco a tenere a freno la lingua. Di cosa sto parlando? Ora ve lo spiego.

Ultimamente circola la voce, soprattutto sui social, della proposta per la candidatura al Nobel per la Pace, da parte di un non ben specificato “comitato” russo, di Putin. Avete presente? Sì, dai! Quel tizio russo che l’anno scorso -beh, pochi mesi fa, in realtà- ha promosso le leggi anti-gay al grido di “Non ci sono gay in Russia! Siamo tutti veri uomini e donne qui!”. Ecco, proprio quello. Ora, prima che mi saltiate al collo, ci tengo a precisare che una proposta di candidatura non vale né come candidatura né come vincita, è solo una proposta. Poi, se il comitato che assegna il premio vorrà o meno inserirlo nell’elenco dei papabili, lo sapremo SOLO tra cinquant’anni, quando desecreteranno il suddetto elenco.

Comunque, di cosa stavo parlando? Ah, sì, del sangue che mi sale al cervello, giusto.

Oggi, poi, leggo un articolo sulla legge anti-gay approvata lo scorso mese in Uganda. Questa cosa meravigliosa prevede una condanna fino a 14 anni di carcere se si viene ritenuti colpevoli del reato di omosessualità e l’ergastolo in caso di “omosessualità aggravata” (fonte: http://www.internazionale.it/portfolio/luganda-contro-i-gay/). Ma l’Uganda è solo l’ultimo di una lunga serie di stati che, soprattutto in Africa, hanno approvato leggi discriminatorie nei confronti della comunità LGBT: su 54 stati africani, ben 38 hanno promulgato leggi anti-gay, arrivando, dove è presente la Shari’a, fino alla pena capitale (fonte: http://vociglobali.it/2014/03/06/uganda-la-legge-anti-gay-compromette-la-lotta-allhivaids/).

Anche gli Stati Uniti, che molto stanno facendo in materia di diritti delle coppie same-sex, hanno le loro bandiere nere: in Arizona, addirittura, è stata proposta una legge che permetterebbe ai proprietari dei locali di rifiutarsi di servire le persone in base all’orientamento sessuale. Assurdo.

Tutto questo in nome della salvaguardia quelle persone che hanno uno stile di vita convenzionale e onde evitare contaminazioni da parte di quelli che vanno contro natura

Contro natura? CONTRO NATURA?! Io sarei contro natura? Ma contro la natura di chi, eh? Io NON ho scelto il mio orientamento sessuale, io CI SONO NATA così! Non è che uno si sveglia una mattina è decide di prediligere il calippo alla patata, o viceversa! E che cavolo! Siamo nel 2014 e ancora siamo convinti che esistano individui che debbano avere più diritti degli altri? Non si può passare l’intera esistenza a combattere per i diritti: i diritti SONO – DI – TUTTI! Stessi diritti = stessi doveri.

Ma tanto le mie sono parole al vento. Lo sfogo di una pazza che non sa di cosa sta parlando. Saranno gli ormoni…

Buona strada…

-Simo-

Aspettando la seconda stagione: Giulio, Francesco, Tommy e Matteo, si incontrano.

FrancescoeMatteo,aliasGiulioeTommaso,sonolecolonneportantidiG&T.Inpocopiùdiquattromesisonoriuscitiateneremigliaiadipersoneincollateaglischermideiloropc,intrepidanteattesadelgranfinale,nellasperanzadivederlifinalmentecoronareillorosognod’amore.GiulseTommycihannofattosorridere,piangere,tribolare,sospirare,arrabbiareecommuovereconiloro«Sonoconfuso» e«Seituttoperme».Inun’Italiaincuil’amoretrapersonedellostessosessovieneancoraostacolatoconognimezzo,cihannodatolaforzaelasperanzadicredereche,sesiamadavvero,alloranullaconta.
Noi (Simo e Dia) abbiamoavutoilpiacereel’onore,lasciatecelodiredicollaborareconloroe,conoscendoliunpo’pervolta,abbiamoimparatoadapprezzarelepersonechesinascondonodietroipersonaggi.
Concludiamodunquecolbottoilviaggioiniziatoqualchemesefa’
SbirciandoquaeabbiamoscopertotantecoseinteressantidituttiiprotagonistidiG&T,potevamomaiscordarcidegliautori,nonchéregistieattoriprotagonisti?Decisamenteno!Quindi…
LadiesandGentleman,FrancescoeMatteo!
Rompiamounpo’ilghiaccioconunvelocebottaerisposta

Comeequandovisieteconosciuti?

Francesco:Qualcheannettofa,inPiazzaCastelloaTorino.
Matteo:Inunbarincentro,dopounachattatasuFacebook.
Qualèstatalaprimacosacheavetepensatodellatro?
F:Èalto,ilragazzo
M:Vediamochecacchiovuoleorganizzarequestoconme
Quantosietealti?
F:1,76
M:1,87
Praticatequalchesport?Quale?
F
:Sì,l’organizzazionediG&T🙂
M:Sinoaqualcheannofa,tantiorasoloprovediteatroeripresediG&T.
Doveeconchivivete?
F: Torino, Condueamichee2gatti.
M:Torino,conimieigenitoriemiasorella.
Avete animali?
F:
Vedisopra🙂
M:Mia sorella.
ParlandodiG&T
Comenasce?
F:Dall’esigenzadimostrarequalcosacheinItaliaèraccontatapocoemale.
M:DaunviaggiocheFramihapropostodalprimogiorno,eincuimisonosubitoimbarcato!
Achetipodipubblicoerarivolto?
F:Atutti.
M:Speroatutti,primaopoi
IlcanaleYouTubediG&Thadapocosuperatoisettemilionidivisualizzazioni:viaspettavateunsimileriscontro?
F:
No,perniente!
M:Orcoboia!
Qualèilvostropersonaggiopreferito?
F:
Sara
M:Ilmio
Seavestedovutoscegliereunaltropersonaggiodainterpretare,qualesarebbestato?Eperché?
F:Renato,perchéèstronzo🙂
M:LacomparsacheballainfondoallaCasadelDemonenellapuntataBallavaconstile
CosaprevedeteperGiulioeTommaso?
F:Elovengoadireavoi?🙂
M:Dichiparli?
Qualèstataladomandapiùimbarazzantecheviabbianopostosuivostripersonaggi?
F:Noncisonomai statedomandeimbarazzanti.
M:Perlopiùeranobattutine,tipo:«Chemerdachelhailasciato»,«Nonsifacosì!»,eccetera.
LascenadisessotraGiulioeTommasocheaprelatredicesimapuntataèmoltointensa.Èstatodifficileinterpretarla?Comevisietepreparati?
F:Holafortunadilavorareconuncollegamoltobravoestranoadirsiabbiamorisounsaccomentregiravamo(ancheconMoritz, chefacevaleriprese),quindino.
M:Ragazzi, facciamolamoretuttiigiorni,elofacciamotuttiQuellavoltaeraperfintaedavantiaMoritz,quindiancorapiùdivertente!
Qualèstatalascenapiùduradagirare?Perché?
F:
Lascenadellapiscina,perquantomiriguarda.Quellanottel’acquaeragelida.
M:Lascenaincui,perlaprimavolta,arriviamoalcantiereconRenato.Sonopassateunsaccodimacchineeabbiamofatto3474985ciack!!
NoiduebazzichiamoilgruppodiG&TsuFacebookormaidaunpo,esappiamobenecheladomandadelsecoloè:«MaFrancescoeMatteo,nellavitareale,stannoinsieme?».Ecco,senzaentraretropponellospecificodellevostreviteprivate,potetealmenodircisesieteimpegnati?Giustoperspezzarequalchecuoreoalimentarequalchesperanza…
F:
IoeMatteciamiamoallafollia🙂
M:No,ioamosoloGiulio(scusate, nonsonoancorariuscitoausciredalpersonaggio)
LevostrefamigliehannovistoG&T?Esesì,comehannoreagito?
F:Stoprovandoafarlovedereamiamammadamesi(leinonhaunpc),maancoranonc’èstatomodoMagariperNataleleregaleròundvd🙂Miasorella,invece,haseguitopuntatadopopuntata,cometutti.Etuttiivenerdìsera,alle2dinotte,miscriveva:«Noooo!Nonpotetelasciarcicosì!Vogliosapere!Amepuoidirlo!Sonotuasorella!». Alloralechiedevosevolessequalche spoiler,mapoi,ragionandocisu, concludeva:«No,no,sorprendetemivenerdìprossimo».
M:Imieinonlohannoancoravisto,mahannoildvdincucinadamesi,mah!Miasorellahavistoqualchepuntataesièdivertita!Miozio,invece,sièmangiatoildvdinduegiorniehafattodeibellissimicommentieluièunverocinefilo!
Tutticonosciamoivostripersonaggi,peròsappiamopocodivoicomepersone.AvetevogliadiraccontarciunpochisonoFrancescoeMatteo?
F:Iosonouninsegnantedirecitazioneda10anni:dirigoefacciospettacolidaunbelpo’ditempoe…chedire?Hounavitamoltobella,misentounapersonafortunata.
M:IomisonolaureatoquestannoalDAMS,eoramidedicoatempopienoalteatroealvideomaking.Ancheselegiornatesonomoltolungheela sera arrivoacasastremato,facciosoloquellochemipiace.Edèunafortuna!
Progettifuturi?
F:
LasecondaseriediG&T,ovvio🙂
M:Mihannopropostounruoloimportanteperunaweb-serieatematicaomosessualeSembrainteressante
Oraunpo’didomandeabruciapelo.Ricordatesolochevalelaprimarispostachevivieneinmente!
Favorevoleocontrario

Alla
clonazione
F:
Favorevole.
M:Yes,seperleragionigiuste.
Allecoppiedifatto
F:Favorevole.
M:Yes.
Aimatrimonisamesex
F:Favorevole.
M:Yes.
Aunaleggeanti-omotransfobia
F:Favorevole.
M:Yes.
Alleadozionidapartedicoppiedellostessosesso.


F:
Favorevole.

M:Yes.
Allandareallesteropersposarsi
F:
FinchéinItalianonsaràpossibile,favorevole.
M:Nellattesa,favorevole.
Lui/io
Chibaciameglio?
F:Io.
M:ChedomandeIo!
Chièpiùbello?
F:Lui.
M:Io?
Chirimorchiadipiù?
F:Lui.
M:Io.
Chihapropostoallaltroilprogetto?
F:Io.
M:Lui.
Chièpiùesigentesulset?
F:Io.
M:Dipendedallecose.Perfortuna,entrambi.
Enellavitaprivata?
F:Io.
M:Forselui.
Chièpiùintelligente?
F:Io🙂
M:Mahtraidue
F:Ineffetti…🙂
Mareomontagna?
F:
Montagna.
M:Vacanza!
Dolceosalato?
F:Salato.
M:Cibo!
Caneogatto?
F:
Entrambi.
M:Nessunodeidue.
Librooradio?
F:Radio.
M:Libroascoltandolaradio.
Cinemaotelevisione?
F:Cinema.
M:Cinema.

Bene, l’intervista è finita! Speriamo di aver chiarito alcuni dei vostri dubbi e di aver dato risposta ad alcune curiosità…Fate attenzione, però: le sorprese non sono finite! Restate sintonizzati e ne scoprirete delle belle!
Buona strada

-Dia & Simo- 🙂

Curiosità e…


La domanda dell’anno è: COSA ACCADRà NELLA SECONDA STAGIONE?
Dai, ammettetelo, state tutti morendo dalla curiosità! Non fate i timidi! Già vi vedo, lì, nelle vostre camerette, davanti ai vostri pc, intenti a fissare uno schermo nero, domandandovi “che fine avranno fatto Giulio e Tommaso?” “cosa sarà accaduto a Sara e al suo bambino?” e “Gianlu come l’avrà presa?”. Vi aggirate tristi e sconsolati per le strade della vostra città sperando in un segno, un’apparizione, che so? le mutande di Gianluca, gli occhiali di Sara, la kefiah di Tommy o la crostata della mamma di Juls (e niente, quando penso a lui mi viene in mente subito la crostata della madre, che ce volete fa’?)… Immagino ci sia qualcuno che si domanda anche delle sorti di Renato e Serena, ma mi sa che siete pochini… 😉

Ecco, per tutti voi curiosoni, esiste qualcuno più curioso di voi! Chi? CHI?! Ma è semplicissimo: NOI! Noi che pensando a quanti film vi siete fatti in testa cercando di rispondere alle tante domande che vi attanagliano, mossi a compassione -leggi “curiosi come scimmie”-, abbiamo deciso di darvi la possibilità di esplicitarle! Magnanimi, eh? Raccontateci come sarà per voi la seconda stagione di G&T, fateci sognare! La curiosità ci sta uccidendo!

E la sezione curiosissimi è terminata, apriamo ora quella delle babe, capere, curtigghiare, in poche parole: PETTEGOLE!

Qualche giorno fa si è fatto vivo Mr. X, ve lo ricordate? Ma sì, dai! QUello che mi dava le news dal set con tanto di fotografie! Avvalendosi dell’aiuto di Emiliana Borruto, ha scattato queste che vedete di seguito. Ora io mi sono fatta qualche idea su cosa possano significare, ma riguardano tutte musical, pioggia e Brodway… Capite bene che la mia psiche viaggia a livelli troppo alti per i comuni mortali come voi, quindi, mi domandavo, secondo voi CHE CACCHIO STANNO FACENDO?! No, perché io ci sto capendo ben poco! Giulio e Serena? Chi, dove, cosa, quando, perché?! PERCHé?! Niente, vedete voi, io non ce la posso fare… Però ho notato una cosa: Pare che Matteo Rocchi, oltre ad essere un bravo regista è anche comodo come reggi telo anti pioggia. Eh! Mia madre l’ha sempre detto: altezza mezza bellezza! Non c’entra? Lo so, ma non conosco detti che riguardano la comodità di essere alti. Pensate un po’ se fosse stato basso e pure brutto, gli sarebbe andata decisamente peggio, no? Vabbé, ho capito, vado a farmi rimettere la camicia di forza e torno nella mia cameretta imbottita. Vi lascio in compagnia di un bel po’ di dubbi, però! 😛

Buona strada!

-Simo- 😉


G&T on Kylie’s symphonic

E questo ve lo siete perso? 🙂
Tempo fa avevamo pubblicato un video su Vimeo intitolato G&T on Kylie’s symphonic un video “riassuntivo” con le più belle immagini di G&T. Vogliamo riproporvelo e sapere cosa ne pensate.

Vi ricordiamo inoltre che è sempre possibile acquistare il doppio dvd della prima stagione di G&T inviando una mail a getwebserie@gmail.com

Ecco per voi il video:

Essere Italiana.

Ieri, alla Camera, è passato il ddl contro le discriminazioni. Sinceramente, non so che dire. Ci penso da questa mattina e davvero non riesco a trovare le parole per esprimere lo sdegno che provo. Perché? Beh, perché tutto è tranne che una vittoria.

Ai sensi della presente legge, non costituiscono discriminazione, né istigazione alla discriminazione, la libera espressione e manifestazione di convincimenti od opinioni riconducibili al pluralismo delle idee, purché non istighino all’odio o alla violenza, né le condotte conformi al diritto vigente, ovvero assunte all’interno di organizzazioni che svolgono attività di natura politica, sindacale, culturale, sanitaria, di istruzione, ovvero di religione o di culto, relative all’attuazione dei principi e dei valori di rilevanza costituzionale che connotano tali organizzazioni.

Sì, avete letto bene. E ciò non riguarda solo gli omosessuali, i transessuali e i bisessuali. No. Riguarda anche le diverse religioni, etnie, nazionalità e razza. In parole povere: vi stanno sulle scatole i Valdesi? Bene, potete dirlo apertamente, utilizzando tutti i termini che volete – purché non istighino all’odio o alla violenza, eh!-, basta che vi troviate all’interno della vostra associazione politica, o a scuola, o in ospedale, o in chiesa. Contenti? Io no. Perché è come quando litighi con qualcuno e questo qualcuno, capendo di essere in torto, ti dice “Scusa, hai ragione. Però…”. Ecco, io non ammetto il “però”. Non esiste. O ti scusi e ammetti di aver sbagliato, o lasci perdere. Senza eccezioni.
Sapete, ho una grave malattia: credo fermamente nell’uguaglianza. Sarà grave? Forse. Il mio problema è che non vedo meridionali o settentrionali, bianchi o neri, eterosessuali o omosessuali, uomini o donne, vedo ESSERI UMANI. Sono una donna adulta che tra qualche giorno compirà trent’anni, atea, bisessuale, di sinistra. Queste sono le mie etichette. Etichette che non ho scelto. Etichette che la società mi ha attaccato addosso. Vivo nell’assurda convinzione che se un paese “civile” ha bisogno di una legge per vietare ogni tipo di discriminazione, allora tanto civile non è. E l’Italia, haimé, non è un paese civile.

Vi racconto un piccolo aneddoto. Una sera, dopo l’ennesimo caso di un ragazzino suicidatosi perché a scuola era preso di mira per la sua omosessualità, mio marito mi ha detto: “Spero che saremo dei bravi genitori. Non voglio essere quel genere di padre che parte dal presupposto che il proprio figlio debba portare a casa necessariamente una ragazza bianca. Voglio che mio figlio si senta abbastanza tranquillo da dirmi “Papà, lui Hassan, il mio ragazzo”. Voglio che i nostri figli imparino che non esistono persone normali e persone anormali, ma solo persone.”. Questo è l’uomo che amo. Mio marito. Uomo, ateo, eterosessuale, di sinistra.

Questa sera andrò a dormire triste. Triste per tutti i miei amici che oggi hanno avuto, una volta di più, la conferma di essere cittadini di serie B. Perché purtroppo, in Italia, se non sei bianco (ma italiano), uomo, eterosessuale, sposato, cristiano vali meno di zero. Mi dispiace amici e amiche, fratelli e sorelle, mi dispiace tanto. Oggi il mio cuore sanguina. Oggi vorrei davvero non essere italiana.

Buona strada e… SVEGLIA ITALIA!

-Simo-

La mappa Europea in termini di tolleranza. Fonte Il Fatto Quotidiano

Cercasi G&T disperatamente!

Chimi conosceveramente(pochepersone, inrealtà) sache hoocchi eorecchiedappertutto.Non sonoun’impiccionaanche seun po’di sanospettegulesscon leamiche èsempre benaccetto!ma, perun motivoo perun altro,mi ritrovosempre inpossessodinformazionisucculente emairichieste.Pare chele personepensino ame comea unaa cuiraccontarela propriavita, senzalesinare inparticolari.Non stodicendo chesia unmale, ancheperchéspessosuddetteinformazionisi rivelanocome dire…be,interessanti
Unesempio?Ecco, l’altrogiorno ero a farmiamabilmente gli affaraccimieiinrealtà stavooziando,ma èestate esono inferie, quindizero sensidi colpaquando ilmioinformatoremi mandaquesta fotoda queldi Torino.Ora Mr.X iolo conoscoda tempoe nonmi hamai tiratobidoni. Sedice chesi trattadegli appuntiufficialidella secondastagione diG&Tio glicredo! Perovvi motivinon possoassolutamentedirvi ilsuo nome,sarebbeviolazionedel segretoprofessionale,capite? Possoperò dirviche sitratta diuna personaben informatache, comeme, haocchi eorecchie unpo’ ovunque. Mr. Xmi hadetto chemi terràaggiornata e,salvo banimprevisti (😛 ),io terròaggiornativoi, perchési saognimammachioccia chesi rispettipensa primadi tuttoai suoipulcini! 🙂
Nonso voi,ma iosto morendodi curiosità!Ho provatoa chiederea chidi dovere,ma nonè arrivataconferma smentita,così, neldubbio, ioci hoscritto sudue righee horigirato avoilinformazione.Fatemi saperecosa nepensate, comela vedete,cosa credetee commentate,commentatecommentate!
Buonastradaragassuoli, ea presto!

-Simo- 😀

CARRAMBA! Che sorpresa! (Parte terza)

Ed eccoci giunti all’ultima parte del resoconto di questo mio intenso, seppur breve, week-end padovano. Lo so, lo so, dopo lo scherzetto di ieri non vi fidate più di me, ma posso assicurarvi che oggi vi racconterò esattamente com’è andata. Promesso!
Sapete,ho riflettutotanto sucosascrivere, masoprattutto,su comescriverlo.Se dovessiabbandonarmia inutilisentimentalismi,questoarticolosarebbe riccodi cuoriciniesdolcinatezze,ma nonfa perme. Cosìcercheròsemplicementedi essereme stessa,sperando dinon annoiarvitroppo.
Nell’arcodi unavita interati capiteràdincontrarecentinaia dipersone.Alcune tifaranno undonoprezioso,quellodellamicizia,un donodi cuinon sapraipiù farea meno,che tiriempirà ilcuore digioia eti faràcapire dinon esseresolo; altrespererai dinon averlemaiconosciute;altre ancorati rimarrannosemplicementeindifferenti.Perché ècosì. Nontutti possonocapirti. Nontutti sonoin gradodi entrartidentro.
A me è successo. E mi sento molto fortunata.
Daquando hoscoperto G&T,hoconosciutotanti ragazzie ragazzeche, comeme, vivonodi sognie speranze.Persone chesi dannosenzachiederenulla incambio.Ragazzi comeGianfranco,legato alsuo Stefanoda unamoreprofondo esincero,dotato diun’intelligenzafine edi uncuore grande.E ragazzecome Chiara,che miha insegnatoche, anchese siamodistanticirca 1500km, possiamosemprecontare l’unasull’altra (emi haancheinsegnato lagrammatica…).E poiDiamante eMariangela,con lequalicondivido lapassione perle storylinegay, iBackStreetBoys (sì,i Backe allora?!),Tiziano Ferroe,ovviamente,G&T.E tanti,tantissimialtri. Cosìtanti checitarli tuttimi porterebbevia unpomeriggiointero!
Ma in questo mio ultimo pezzo prima delle vacanze estive voglio parlarvi di LUI. LUI, che ho imparato a conoscere e a cui ho cominciato a voler bene attraverso lo schermo del mio portatile, quando la connessione saltava e il microfono faceva le bizze. LUI, che mi chiama alle due del mattino, facendo impazzire il mio povero marito (lo so, potrei anche non rispondere, ma che ci volete fare? Ho un cuore grande!). LUI, che dice sempre «hai ragione!» e «mi fido di te!». LUI, ma anche l’ALTRO. Che ho conosciuto, per la prima volta, sabato sera. Che è divertente e simpatico e dolce e dovrebbe fare pace con il suo parrucchiere (veramente!). LUI e l’ALTRO sono Francesco e Matteo e ora, finalmente, vi racconterò com’è andata…

Quando,alla finedell’intervista,Francesco miè venutoin contro,non sapevoche fare.Non sonoil tipoda abbraccie lacrime.Sono unabestia,ricordate? Mase Frati vieneincontro abracciaaperte, faiuno sforzoe loabbracci puretu, no?È cosìstrano nonavere piùbarriere! Ciabbracciamo epoi salutoMatteo. Ineffetti, èla primavolta cheio elui abbiamomododinteragiredirettamente,di studiarcisenza ilfiltro delleparole diFrancesco.Cavolo seè alto!Ha lespalle larghee muscolosee questafaccetta dabravo ragazzoilluminata daun bellissimosorriso (be,sapete dicosa stoparlando :))!E Francescoè… è…Francesco! IlMIOFrancesco!Bellissimo,dolce,adorabile emagro comeun chiodo.
Usciamodalpadiglione.Birra, coca,chiacchiere,risate, foto.Corriamoavanti ein dietroper ilVillage,fermati ognidue passida ragazziche voglionofare icomplimenti aFra eMatte perG&T.Insomma, cisi diverteun sacco!Trachiacchiere erisateconosco dueragazzi,Alberto eNicolasimpatici edivertenticome pochi, iltutto inuna girandoladi musica,colori eballi, fighee fighipazzeschi,trucchipsichedelicie tacchialtissimi!Verso l’unae mezzala stanchezzasi fasentire,purtroppo. Ioe lamia amicadecidiamo chesi èfatta l’oradi tornarea casa.Ma, primadi andare,una promessa:il giornodopo lopasseremoinsieme, ioFra eMatte, ingiro perPadova.
Ilrientro èrapidonienteincidentiquesta volta!Tornate acasa abbiamouna fameda lupiesaccheggiamoil frigo:per stradaci siamoricordate dinon avercenato. Poipigiama enanna. Ilsonno arrivain fretta,pesante comeuna coma.
Suonala sveglia:è mattina.Raggiungiamola stazione(questa voltain auto,grazie alcielo!),saluto Simonae lascioi bagaglial deposito.Sono ancoraintontita: hosonno, facaldo, homal ditesta. Invocoun caffèe,possibilmente,anche unabrioche.
Francescoe Matteoraggiungonola stazionea piedi,sotto ilsole cocente.In realtàdal loroalbergosarebbe ancheun trattobreve, mala canicolaèimplacabile.Il termometrosegna già35° esono solole 11del mattino.
Dopoil tantosospiratocaffè, ciavviamo apiedi versola BasilicadiSant’Antonioda Padova.Idea miamalsana,aggiungerei, maormai èfatta. Ciinoltriamonel dedalodi vicoli,in cercadi unpodombra,e nelfrattempo siparla ditutto:persone,aneddoti divita vissuta(da tresoggetti che,facendo lamedia dellevarie età,raggiungono astento i29 anni…che vitavissuta!),TrueBloode filmvari. Frae Mattemi raccontanoqualcosa diloro eio raccontoloro qualcosadi me.Cidivertiamo,ma fasempre piùcaldo. Padovarestacomunquestupenda,però. Ela Basilicadel Santoè unmiraggio.Dentro fafresco, edèbellissima.Davvero. Senon cisiete stati,rimediate.
All’uscita,ci fiondiamoin unbar perpranzare.Ora, ècosa notaa tuttiche ilcaldo toglielappetito, maMatteo sembraessereleccezionealla regola.Conlentusiasmodi uncucciolo dipitone,ingurgita isuoignocchettisardibollenti – comediamine sifa amangiarepiatti caldicon questetemperaturelo sasolo lui, metàdella miapiadina emetà diquella diFrancesco…Ma dovela mettetutta quellaroba?! Loodio, èdeciso.
Lafasoffocantenon cipermette dimuoverci.Altrechiacchiere,altre risate,altrescoperte.Non fosseperlimminentepartenza deinostri treni,resteremmoseduti per ore.Ma iltempo, sisa, ètiranno edè giàoradincamminarsiverso lastazione.
Èquasi giuntoil momentodei saluti.Odio gliaddii, mail nostroè solounarrivederci.Un «apresto»sussurratocon laconsapevolezzache abreve ciriabbracceremo.Con laconsapevolezzache,qualunquecosa accada,qualunquesiano ledistanze, NOIsaremo sempreNOI.
Questo ultimo pensiero è per voi, ragazzi. Che avete camminato sotto il sole cocente con me. Che avete ascoltato le mie mille chiacchiere. Che mi avete resa partecipe di un piccolo pezzo delle vostre vite. Non lo dimenticherò. Mai. Grazie di tutto.
Vi voglio bene.
Buona strada.

-Simo- ❤


Per chi volesse acquistare le magliette: Alcune persone sono gay. Fattene una ragione.
Invece, se qualcuno fosse interessato a visitare la splendida Padova: Padova

CARRAMBA! Che sorpresa! (Parte Seconda)

Dunque, dove ero rimasta? Ah, sì!
L’intervista è finita. Francesco e Matteo ringraziano, salutano e scendono dal palco. Si fermano a parlare velocemente con un paio di ragazzi che si complimentano con loro e finalmente… Finalmente oggi sono riuscita a fare una piccola intervistina a Francesco su questo week-end padovano!
Enjoy!
    Ciao Fra! Come stai?
    Benissimo, e tu?

    Bene, grazie. Forse ancora un po’ stanchetta! Tu e Matteo siete stati ospiti al Padova Pride Village sabato sera, per la serata conclusiva della proiezione di G&T. Divertiti?
    Molto direi, un’accoglienza fantastica e tutti molto carini e gentili.

    Come ben sai, sono arrivata ad intervista finita. Mi faresti un riassuntino piccino picciò?
    Beh, più che altro si è parlato della serie in generale, di alcuni aneddoti dal set, della difficoltà di girare una serie come la nostra con un budget a zero.

    Tre cose che ti sono piaciute un sacco e tre di cui avresti volentieri fatto a meno di tutto il week-end.
    Tre? Caspita, tu si che mi metti in difficoltà! Mi è piaciuta molto l’accoglienza, la Basilica di S’Antonio da Padova e tu! Tre cose che non mi sono piaciute… mmmh… il caldo… il caldo… il caldo!

    Oh, tesoro, grazie! Anche tu sei stato una delle cose che ho apprezzato maggiormente di Padova! Ho un’ultima domanda: tornerete a Padova?
    Se saremo nuovamente invitati, perché no?
Piaciuto lo scherzetto? Altro che Cattivissimo Me! Per ora vi lascio ancora un po’ col fiato sospeso, così creo la suspense! Ma giuro che stasera vi posto l’ultima parte.
Buona strada…
-Simo- 🙂