SEI MESI. Mi ci sono voluti sei lunghi mesi per poter finalmente abbracciare il mio amichetto Fra. Sei mesi di chat, videochiamate, sms, whatsapp, telefonate (anche alle due del mattino). Sei mesi in cui ho aiutato ad organizzare il primo evento/incontro con i fan a Torino e non ci sono potuta andare per problemi di budget (diciamo così, che fa più figo…), ho comprato i biglietti e prenotato l’albergo per l’evento/incontro con i fan a Ravenna ed è stato annullato, dovevamo organizzare una G&T-festa a Udine ed è stata rinviata. Insomma, sembrava proprio non essere destino… Eppure! Yayyy!!

Ma procediamo con ordine…
Sabato, ore 22:30. Siamo in ritardo. Siamo in tremendo ritardo. Io e la mia amica Simona (tranquilli, non ho problemi di personalità multipla, si chiama davvero Simona la mia amica!:)) ce la siamo presa un po’ troppo comoda e ora ci tocca correre come pazze in bici. Per arrivare al Padova Pride Village dobbiamo attraversare mezza città. E fa caldo. Fa veramente un caldo micidiale! Siamo sudate ed accaldate e stanche. Finalmente, in vista del polo fieristico di Padova, attraversando la strada biciclette alla mano, un auto tampona quel signore gentilissimo che si era fermato per farci passare… Ottimo, non è neanche iniziata la serata ed abbiamo già combinato un casino. Bene, direi! Beh, il problema non è mio. Ho fretta io!
Sabato, ore 23:00. Ci siamo. Parcheggiamo le bici ed entriamo. Ci troviamo subito catapultate in un Universo parallelo fatto di suoni, odori, colori, tacchi a spillo indossati, con una disinvoltura che assolutamente non mi appartiene, da splendide Darg Queen e meravigliose Trans (alle quali appartengono anche stacchi di coscia privi di cellulite e alti quanto me – invidia a pacchi -.-) e tanto tantissimo amore. L’amore vero, quello che, purtroppo, in Italia è ancora troppo difficile da vedere. Quello che, purtroppo, in Italia, è ancora un tabù. E… e… mi piace un casino!

Prima tappa: bagno. Perché sarò pure una bestia conciata come un maschio per la maggior parte del tempo, ma mi sono appena fatta mezza Padova in bici e ho ASSOLUTAMENTE bisogno di darmi una rinfrescata. In sostanza: sono sudata come un maiale alle olimpiadi, uno spettacolo! E poi sono nervosa da morire. Mi sudano le mani. Mi è pure venuto un mal di testa da guinness (e, ovviamente, non ho portato le moment… aaaargh!). Chiamo Francesco, che è al cinema Palavillage, impegnato a rispondere alle domande dei fan. Ora, dove cavolo è sto posto?! Ok, niente panico. Sono una donna adulta, intelligente (…) e con un obiettivo: posso trovarlo. E lo trovo. Dopo essermi fatta il Village avanti e indietro venti volte. Entro in sala e Fra è lì, sul palco, bello come il sole! Ah, sì, c’è anche Matteo… Ok, è bello pure lui… Parecchio… Sono bellissimi entrambi, va bene così? Mi siedo. Fra mi vede e mi manda un bacio e, ovviamente, si girano tutti a guardarmi. Male. Molto male. Ho un problema con la gente… che mi fissa! Ma tant’è… L’intervista finisce. Ci siamo. Niente più schermi del pc. Niente più auricolari e cellulari… Finalmente…

Finalmente niente! O meglio, un sacco di cose, ma si è fatta una certa ed io ho sonno. Quindi vi toccherà aspettare domani sera!
Buona strada!
-Simo- 😛
Per tutte le info sul Padova Pride Village, vi rimando al sito ufficiale http://www.padovapridevillage.it/
Annunci